News

Approfondimenti e notizie sull’export a livello globale.

Certificazioni EAC 2021: nuovi requisiti per il mantenimento dei certificati

Il mercato russo è in costante cambiamento, non sorprende quindi che il 2021 porti ulteriori novità anche per le certificazioni di conformità EAC.

Dal 2021 tutte le aziende che hanno ottenuto certificati EAC seriali della durata di 3 o 5 anni dovranno mantenerli attivi tramite controlli annuali sui prodotti o sul sistema di management qualità.

Il requisito di ispezioni annuali era già previsto dai regolamenti tecnici per i prodotti sotto certificazione, tuttavia il registro elettronico non era predisposto per eseguire controlli in maniera automatizzata. Per questo molti enti non hanno mai eseguito i controlli annuali.

Le modalità e le scadenze per i controlli sono stati stabiliti dal nuovo GOST R 58984-2020, approvato il 27 agosto 2020. Da quest’anno il registro elettronico di Rossakreditacija mostrerà automaticamente quali certificati non sono stati mantenuti attivi tramite i controlli ispettivi.

La scadenza dei controlli ispettivi viene stabilita nei singoli regolamenti tecnici, ma dove questa non è esplicitata, viene stabilita dal GOST R 58984-20 come annuale.

Il controllo può essere svolto tramite test presso laboratori russi accreditati o tramite un’ispezione del sistema produttivo in azienda.

 

Cosa fare se l’ente che ha rilasciato il mio certificato ha perso l’accreditamento?

I certificati emessi da enti che hanno perso l’accreditamento non possono rinnovare i certificati emessi a loro nome, questi certificati (se non sono stati già annullati al momento della chiusura), rimarranno sospesi per sei mesi e poi annullati automaticamente.

Per rinnovarli è necessario aprire una nuova pratica presso un ente accreditato.

Contattataci per conoscere lo stato delle tue certificazioni.