Ingegnerizzazione normativa

La progettazione normativa integra le prescrizioni e le regole imposte dalle normative vigenti e l’esperienza derivata dalle consulenze in ambito legale nella fase iniziale del progetto.
I progettisti lavorano a stretto contatto con i tecnici responsabili delle certificazioni e la progettazione viene costantemente verificata in modo da evitare correzioni a posteriori e in alcuni casi la modifica completa del progetto.
Il prodotto verrà in questo modo verificato non solo negli aspetti strutturali e funzionali ma anche normativo e legale fin dalla nascita del progetto.
L’ingegnerizzazione normativa è applicata in vari ambiti, dal calcolo strutturale secondo normative specifiche per la nazione di installazione e la destinazione d’uso, all’ergonomia e al design industriale, dal dimensionamento normativo di ogni componente alla revisione rispetto alla direttiva macchine e alle norme di sicurezza per l’utilizzatore.
L’ingegnerizzazione normativa consente inoltre di effettuare revamping di componenti e macchinari in modo conforme con la legislazione vigente.

Alcune attività di ingegnerizzazione normativa sono indicate a seguire:

  • CALCOLO STRUTTURE IN ACCIAIO SECONDO NORMATIVE ITALIANE, EUROPEE, AMERICANE, BRASILIANE
  • CALCOLO DI RECIPIENTI IN PRESSIONE SECONDO NORMATIVA PED
  • CALCOLO STRUTTURALE E DIMENSIONAMENTO DI COMPONENTI MECCANICI
  • CALCOLO E DIMENSIONAMENTO IMPIANTI IDRAULICI, PNEUMATICI E FRIGORIFERI
  • CALCOLO DI STRUTTURE DI SOLLEVAMENTO

Ingegnerizzazione integrata

La fase progettuale di modellazione 3D è affiancata da attività di simulazione multifisica al fine di creare un modello matematico perfettamente corrispondente alla realtà.
Tramite la tecnica del DIGITAL TWIN il progetto è costantemente simulato, la simulazione è estesa agli ambiti interessati dal prodotto.
Le tecniche di simulazione consentono di analizzare i componenti sotto vari aspetti:
Con simulazioni cinematiche e dinamiche sono calcolati i corretti parametri legati al movimento, determinare le forze e i momenti applicati e dimensionare correttamente i componenti,
Con simulazioni strutturali è verificata la resistenza e l’integrità del componente sottoposto a forze statiche, dinamiche, variabili nel tempo, forze impulsive legate agli impatti, fenomeni di fatica o di rottura,
Con simulazioni di montaggio è valutata la catena di tolleranze dei componenti in modo da consentire il corretto dimensionamento ed evitare problemi di interferenze durante la fase di montaggio,
Con simulazioni fluidodinamiche e multifisiche sono valutati i parametri legati al movimento di fluidi, la loro interazione termica con le strutture ed in generale i parametri legati a fenomeni fisici che interagiscono con il prodotto o il processo.

L’ingegnerizzazione integrata consente di avere costantemente il controllo dei parametri del progetto e di non sprecare tempo nella progettazione seguendo strade sbagliate, in questo modo il tempo di progettazione è notevolmente ridotto.
L’ingegnerizzazione integrata consente di ridurre al minimo la fase di prototipazione in modo da produrre e scartare il numero minimo di componenti con una forte riduzione dei costi.

L’ingegnerizzazione integrata consente di realizzare un progetto bilanciato e ottimizzato in termini di costo, i componenti non risultano ne sovradimensionati, con conseguente aumento del costo del componente, ne sottodimensionati con aumento di costi per prodotti difettosi, rotture anomale, recall per prodotto difettoso dal mercato.
L’ingegnerizzazione integrata permette di sviluppare progetti ad alta EFFICIENZA ENERGETICA con risparmio dei costi di funzionamento e movimentazione del prodotto.
L’ingegnerizzazione integrata consente di effettuare una INNOVAZIONE TECNOLOGICA di prodotto e di processo anticipando le considerazioni sull’applicabilità e sugli effetti dell’innovazione simulando il comportamento in modo virtuale di soluzioni diverse e permettendo al progettista e al cliente di scegliere la soluzione più efficace al raggiungimento dello scopo.
L’ingegnerizzazione integrata consente di effettuare una analisi FMEA durante la fase di progettazione in modo da anticipare e risolvere le problematiche legate all’affidabilità dei sottocomponenti utilizzati nel progetto.

Alcune attività di ingegnerizzazione integrata sono indicate a seguire:

  • CALCOLO AGLI ELEMENTI FINITI DI COMPONENTI E ASSIEMI
  • MECCANICA DELLA FRATTURA
  • CALCOLO DELLA RESISTENZA ALL’IMPATTO
  • CALCOLI FLUIDODINAMICI E AERAULICI
  • CALCOLO CATENE DI TOLLERANZE
  • ANALISI CINEMATICA E DINAMICA DI MECCANISMI
  • SIMULAZIONE MULTIFISICA
  • ANALISI FMEA

Validazione integrata alla progettazione

AC&E crede nello stretto legame tra la progettazione, la simulazione e la validazione sul campo.
La validazione permette di correlare i risultati virtuali ottenuti dai calcoli ai dati reali ottenuti dalle misure sul campo al fine di arrivare alla costruzione del componente e/o macchinario avendo già testato le soluzioni tecniche critiche, con tutti i parametri allineati alle esigenze del progetto.
La validazione eseguita durante la progettazione permette di tarare i dati della realtà virtuale in tempo utile per effettuare le correzioni prima della fase di costruzione e di collaudo.
AC&E ha un laboratorio dotato di strumenti in grado sia di creare prototipi finalizzati alla verifica dei dati virtuali, sia di misurare le grandezze caratteristiche del progetto.
Il laboratorio è dotato di strumento di acquisizione tridimensionale Gom Compact Scan XL estremamente versatile per misure sia a contatto che senza contatto di alta precisione nell’ordine dei cinque micron nelle condizioni ideali per singolo elemento di misura fino a qualche centesimo per misure fino a 15 metri.
Lo strumento acquisisce una nuvola di punti del componente in esame, i punti vengono poi analizzati e confrontati per determinare sia le condizioni iniziali del componente o di un assieme di componenti sia le condizioni in esercizio al fine di determinare le deformazioni e gli spostamenti con determinati casi di carico.
Le misure effettuate sono poi confrontate con le misure virtuali per validare la corrispondenza tra i calcoli e la realtà.
Lo strumento permette, mediante confronto con la geometria 3D, la verifica dimensionale di tolleranze di realizzazione di singoli pezzi e di assemblaggio di assiemi di componenti.

Lo strumento permette inoltre di effettuare sia misure puntuali che misure estese di superfici complesse da utilizzare in fase progettuale con la tecnica del REVERSE ENGINEERING per modellare i nuovi componenti partendo da geometrie consolidate nel tempo, per eseguire operazioni di REVAMPING di macchinari esistenti interfacciando i nuovi componenti con quelli esistenti.

Il laboratorio è dotato di strumento di acquisizione PRUFTECHNIK VIBGUARD 6 che consente di misurare velocità, accelerazioni e vibrazioni a 126 KHz con sei canali di acquisizione per la valutazione in frequenza di vibrazioni di componenti e organi rotanti, temperature, rotazioni.
Il laboratorio è dotato di strumenti per la visualizzazione e la misurazione dei flussi d’aria come termoflussimetro Testo 435, sonde di Pitot, misuratore a filo caldo e a ventola, macchina per la generazione di fumo e traccianti.

Alcune attività di validazione integrata sono indicate a seguire:

  • VERIFICA DEFORMAZIONI E SPOSTAMENTI REALI
  • CORRELAZIONE CALCOLI RISPETTO ALLA REALTA’
  • ANALISI VIBRAZIONALE
  • MISURA DI VIBRAZIONI DI ORGANI ROTANTI
  • ANALISI DIMENSIONALE DI COMPONENTI E ASSIEMI DI MEDIE E GRANDI DIMENSIONI
  • TASTATURA DI PIANI E PUNTI NOTEVOLI
  • INDAGINI E MISURE PUNTUALI
  • TARATURA CERTIFICATA DI ATTREZZATURE E OTTIMIZZAZIONE DI MASCHERE DI MONTAGGIO
  • ANALISI DIMENSIONALE DI PARTI COMPLESSE
  • SCANSIONE TRIDIMENSIONALE DI SUPERFICI
  • REVERSE ENGINEERING
  • AREA ATTREZZATA PER LA REALIZZAZIONE E IL MONTAGGIO DI PROTOTIPI, ATTREZZATURE DI PROVA E DI MONTAGGIO, PARTICOLARI UNICI O IN PICCOLA SERIE

Consulenza tecnica specifica

L’approccio alla risoluzione del problema è effettuato dagli ingegneri AC&E in maniera multidisciplinare, questo ci consente di approcciare lo stesso fenomeno da diversi punti di vista fornendo al cliente una consulenza tecnica specifica volta alla risoluzione dei problemi non solo dal punto di vista meccanico ma anche dal punto di vista fisico, chimico, impiantistico, elettronico ed elettrico.
Il legame decennale con il mondo normativo e legale ha creato una sensibilità ai problemi a lungo termine derivati anche dall’utilizzo improprio dei macchinari in funzione del settore di applicazione, questo ci consente di effettuare una consulenza tecnica che considera aspetti non strettamente legati al singolo settore di applicazione e alle normali condizioni di utilizzo.
L’esperienza maturata negli anni come certificatori e revisori di progetti ci permette una visione multisettoriale del singolo componente integrando nella consulenza aspetti funzionali, strutturali, affidabilistici, ergonomici, tecnologici,
Il legame con i clienti provenienti dai settori più svariati ci permette di spaziare in soluzioni tecnologiche con materiali, trattamenti e tecnologie realizzative standard e speciali, dall’acciaio ai materiali compositi.
La multisciplinarità e la multisettorialità ci permette di effettuare attività di RICERCA E SVILUPPO e di INNOVAZIONE TECNOLOGICA ad alto livello in modo trasversale applicando ad un prodotto soluzioni che provengono anche da diversi settori.