News

Approfondimenti e notizie sull’export a livello globale.

LA FIGURA DEL MANDATARIO IN RUSSIA

NOVITA’ IN ARRIVO

La figura del mandatario, o rappresentante del produttore, è presente nella legge Russa dal 2014, tuttavia poche aziende straniere sanno cosa comporti firmare un contratto di rappresentanza con una società russa e quando è necessario.

Perché serve avere un mandatario

Le società straniere al mercato russo, che esportano in quest’area, non hanno il diritto di richiedere alle autorità locali preposte molti tipi di documenti necessari all’immissione dei prodotti sul mercato russo (dichiarazioni e certificati EAC, certificati metrologici, certificati GOST).
Senza che ci sia una società di diritto russo rappresentante gli interessi del produttore straniero, la merce prodotta all’estero non può quindi essere immessa sul mercato russo.

Che responsabilità ha il mandatario

Le responsabilità sono definite all’art. 28 della legge federale russa n 184-f3 del 27-12-2002, la quale stabilisce che il mandatario, quando fa richiesta di un certificato o dichiarazione EAC e lo ottiene, diventa il responsabile del prodotto certificato.

Quali novità sono in arrivo?

Data la grande responsabilità del mandatario, la Russia sta preparando un progetto per la creazione di un registro elettronico dei rappresentanti delle società straniere, in modo da identificare e tracciare in modo univoco i responsabili dei prodotti immessi sul mercato dell’unione.

Cosa significa per un’azienda che esporta in Russia?

Per un’azienda produttrice di beni di consumo, il mandatario dovrà svolgere un servizio che andrà dalle pratiche doganali all’assistenza clienti in caso di lamentele riguardo al prodotto, all’interfacciamento con l’autorità di tutela dei consumatori (Rospotrebnadzor).
Per i produttori di beni B2B, il mandatario continuerà a svolgere la funzione di interfaccia con gli enti preposti al controllo della sicurezza sui luoghi di lavoro (ad esempio Rostekhnadzor) o sicurezza in ambiti speciali (miniere, oil&gas, settore medicale, settore telecomunicazioni ecc.).