News

Approfondimenti e notizie sull’export a livello globale.

L’etichettatura delle calzature con DataMatrix

Dal 1° Luglio 2020 è ufficialmente entrato in vigore l’obbligo di etichettare tutte le calzature destinate alla Russia e all’Unione Doganale con uno speciale codice QR detto “Data Matrix”.

L’obbligo è stato stabilito tramite ordinanza del Governo della Federazione Russia N.792-p del 28 Aprile 2018, che stabilisce i prodotti sui quali si applica l’obbligo di etichettatura con Data Matrix e le scadenze per l’entrata in vigore dell’obbligo per vari tipi di prodotto.

Tutte le calzature identificate dai codici doganali:

  • 6401
  • 6402
  • 6403
  • 6404

dovranno essere etichettate dal 1° luglio per quanto riguarda i prodotti non ancora importati, mentre le rimanenze di magazzino già importate dovranno essere etichettate entro il 1 Agosto.

Come si ottiene il Data Matrix?

È possibile ottenere il codice per gli operatori che hanno una società registrata in Russia, quindi molti produttori italiani non possono ottenerle autonomamente.

ACE-RU LLC può fornire il servizio di ottenimento delle etichette per conto del produttore italiano, è sufficiente la raccolta delle informazioni principali sui prodotti da etichettare.

Il Data Matrix sostituisce la dichiarazione EAC?

No, il codice Data Matrix è univoco per ogni singolo articolo, mentre la dichiarazione EAC è un documento che attesta la conformità del prodotto più in generale.

L’EAC per le calzature non è stato cancellato e non può essere sostituito dall’etichetta con Data Matrix. L’etichettatura delle calzature prevede quindi sia il codice Data Matrix, che il marchio EAC.

Come funziona il Data Matrix?

Il Data Matrix è un codice QR con una parte di crittografia che ne impedisce la contraffazione. In particolare, il Data Matrix per la Russia contiene 5 gruppi di dati:

  1. Numero identificativo GTIN
  2. Numero individuale di serie del prodotto
  3. Codice doganale HS
  4. Chiave di verifica fornita dall’Operatore Unico
  5. Firma elettronica, fornita dall’Operatore Unico

Il codice e la sua parte di crittografia sono generati da un operatore unico tramite server speciali, e poi inviati alla società russa che ne ha fatto richiesta attraverso un portale ad hoc.

Per il consumatore, il Data Matrix è leggibile con un’APP per smartphone che mostra le informazioni principali, quali produttore, anno e mese di produzione e MADE IN.

Posso applicare il Data Matrix dopo aver sdoganato la merce?

No, è in vigore il divieto di import in Russia di calzature non marcate, quindi l’etichetta deve essere apposta sulle scatole in territorio EU (o del paese di provenienza).

 

Vuoi saperne di più? Contattaci subito per sapere qual è la soluzione migliore per la tua azienda. Clicca qui