Regolamenti Tecnici dell’Unione doganale

Supporto per l’esportazione dei macchinari Il mercato russo rappresenta un’ottima opportunità di espansione per le aziende. Tuttavia, le evoluzioni legislative ed i regolamenti tecnici dell’Unione Doganale richiedono un approccio sistematico e consapevole dell’intero scenario normativo. Le macchine esportate in Russia devono essere conformi ai requisiti di sicurezza dei regolamenti tecnici dell’Unione Doganale (Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia, Kirghizia) norme di applicazione obbligatoria che stabiliscono i requisiti essenziali di sicurezza per prodotti di largo consumo e macchinari industriali. Grazie allo stretto legame tra i tecnici A.C.&E. ed ACE-RU, l’azienda esportatrice può usufruire di una consulenza specifica sulle normative russe per l’export.

L’applicant: il rappresentante del fabbricante in Unione doganale

ACE-RU garantisce la figura del mandatario, responsabile del prodotto certificato.
Per immettere prodotti e macchinari nel mercato euroasiatico, le aziende devono nominare un proprio rappresentante di diritto russo, chiamato applicant, attraverso un contratto di mandato. L’applicant è un soggetto che svolge la funzione di rappresentante del fabbricante, rispondendo dinanzi alle autorità della conformità dei prodotti ai requisiti dei Regolamenti Tecnici, così come degli eventuali danni causati dai prodotti introdotti nel mercato.

Le responsabilità sono definite all’art. 28 della legge federale russa n 184-f3 del 27-12-2002, la quale stabilisce che il mandatario, quando richiede un certificato o dichiarazione EAC e lo ottiene, diventa il responsabile del prodotto certificato. ACE-RU eroga il servizio di mandatario per i fabbricanti italiani e stranieri che intendono esportare i propri prodotti nel territorio russo, garantendo la massima tutela e riservatezza dei dati di know-how dell’azienda.

Supporto tecnico e legale per esportare in Unione Doganale

Il team di ACE-RU supporta le aziende nell’intero processo di esportazione. ACE-RU ha le competenze per:

  • guidare i suoi clienti verso scelte progettuali e tecniche adeguate per ridurre al minimo i rischi del macchinario e soddisfare i requisiti di sicurezza vigenti;
  • fornire l’assistenza necessaria nella redazione della documentazione prevista dai Regolamenti Tecnici applicabili per l’ottenimento della Dichiarazione di conformità EAC e Certificazione EAC per le macchine pericolose;
  • seguire il processo di esportazione di macchinari usati e pezzi di ricambio in Russia. Per ottenere il permesso è necessario un Parere Negativo alla richiesta di certificazione.

Un documento che deve essere presentato in dogana dal produttore/fabbricante, rilasciato dagli organismi di certificazione accreditati, nel quale si attesta che i prodotti in essa identificati sono fuori dal campo di applicazione dei Regolamenti Tecnici.

Documentazione tecnica per l’export in Eurasia

A.C.&E. si occupa della redazione di documentazione tecnica. Tale documentazione è relativa a:

  • Justification of Safety, conforme alla norma GOST 33855-2019
  • Passaporti tecnici per quadri elettrici, apparecchi in pressione e macchinari industriali
  • Analisi del rischio secondo la norma GOST 12100-2013
  • Classificazione delle aree potenzialmente esplosive secondo la norma GOST 31438-20

Principali normative dell’Unione Doganale per l’export

  • RT UD 010/2011 “Sicurezza macchine”
  • RT UD 004/2011 “Bassa Tensione”
  • RT UD 020/2011 “EMC”
  • RT UD 032/2011 “Attrezzature in pressione”
  • RT UD 016/2011 “Attrezzature a gas”
  • RT UD 012/2011 “Sicurezza di macchinari per atmosfere esplosive”

ACE-RU supporta le aziende che esportano in Eurasia nelle seguenti attività

  • Rappresentante del fabbricante
  • Supporto nella redazione della Justification of Safety (GOST 33855)
  • Dichiarazioni EAC di conformità
  • Certificazioni EAC di conformità
  • Supporto nella redazione della documentazione tecnica
  • Redazione passaporto tecnico per quadri elettrici, attrezzature a gas in conformità agli standard GOST applicabili
  • Supporto nella redazione ed emissione della lettera di esenzione